Buon Compleanno Virtual!

Buon Compleanno Virtual!

 Tutto ha avuto inizio 13 anni fa in un angolo remoto del web, dal nostro portale...

Estate 2020 - Prenota On-Line gli Eventi!

Estate 2020 - Prenota On-Line gli Eventi!

Quest'anno l'estate rosetana porta con se una serie di novità legate all'emergenza...

Roseto è Bandiera Blu per la Quarta Volta Consecutiva!

Roseto è Bandiera Blu per la Quarta Volta Consecutiva!

Per il quarto anno consecutivo la Bandiera Blu sventolerà sul lungomare di Roseto Capo...

Lettera Aperta ai Cittadini del Sindaco di Roseto Capo Spulico

Lettera Aperta ai Cittadini del Sindaco di Roseto Capo Spulico

Carissimi, in questi giorni difficili stiamo mettendo in campo tutto quanto è nelle...

  • Buon Compleanno Virtual!

    Buon Compleanno Virtual!

    Lunedì, 10 Agosto 2020 09:17
  • Estate 2020 - Prenota On-Line gli Eventi!

    Estate 2020 - Prenota On-Line gli Eventi!

    Sabato, 08 Agosto 2020 16:12
  • Roseto è Bandiera Blu per la Quarta Volta Consecutiva!

    Roseto è Bandiera Blu per la Quarta Volta Consecutiva!

    Venerdì, 15 Maggio 2020 06:21
  • Lettera Aperta ai Cittadini del Sindaco di Roseto Capo Spulico

    Lettera Aperta ai Cittadini del Sindaco di Roseto Capo Spulico

    Domenica, 05 Aprile 2020 16:55
  • Contest di Fotografia | Premio Capo Spulico 2019 - Sezione Arti Visive

    Contest di Fotografia | Premio Capo Spulico 2019 - Sezione Arti Visive

    Giovedì, 29 Agosto 2019 11:39

I Nostri Ultimi Scatti...


Il Granaio

In occasione della consegna del Feudo di Roseto al nuovo proprietario Gaetano Ferrari, il delegato del Sacro Regio Consiglio ha lasciato –come risulta dal libro Roseto nella Storia di S. Lizzano- questa descrizione (5 maggio 1792): “di là siamo passati alla marina nelle sponde del mar Jonio dove sta edificato il Castello di Roseto…; dopo di che, ci siamo portati nel magazzino attiguo al castello, ben coverto a due ali e ben grande, ad uso di conservar vettovaglia”.

 

Dall’esame delle arcate interne di detto magazzino si evincono ancora oggi dei resti di acquasantiere con delle croci che dimostrano come precedentemente il manufatto fosse un vecchio luogo di culto cristiano.

Nel tempo fu adibito a deposito di resina e, si narra, fu incendiato nei primi anni del ‘900 per non si sa quali motivi; dolo o causa accidentale.

e-max.it: your social media marketing partner

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da questo sito.