Contest Estemporaneo di Fotografia

Contest Estemporaneo di Fotografia

ANIMA SVEVA – prende avvio dalla memoria che ci riconduce a Federico II di Svevia...

La Festa delle Ciliegie giunge alla VI Edizione.

La Festa delle Ciliegie giunge alla VI Edizione.

La Festa delle Ciliegie è ormai diventato un appuntamento da non perdere nel ricco...

La Bandiera Blu Continuerà a Sventolare sui Mari Rosetani.

La Bandiera Blu Continuerà a Sventolare sui Mari Rosetani.

Roseto Capo Spulico si riconferma nell’olimpo delle località balneari...

Accoglienza a Porte Aperte a Roseto Capo Spulico

Accoglienza a Porte Aperte a Roseto Capo Spulico

Lo Sprar di Roseto Capo Spulico apre le sue porte alla cittadinanza e al mondo delle...

  • Contest Estemporaneo di Fotografia

    Contest Estemporaneo di Fotografia

    Mercoledì, 22 Agosto 2018 08:28
  • E'stArt 2018 - Ecco il Programma dell'Estate 2018!

    E'stArt 2018 - Ecco il Programma dell'Estate 2018!

    Sabato, 21 Luglio 2018 08:44
  • La Festa delle Ciliegie giunge alla VI Edizione.

    La Festa delle Ciliegie giunge alla VI Edizione.

    Giovedì, 31 Maggio 2018 21:19
  • La Bandiera Blu Continuerà a Sventolare sui Mari Rosetani.

    La Bandiera Blu Continuerà a Sventolare sui Mari Rosetani.

    Lunedì, 07 Maggio 2018 16:11
  • Accoglienza a Porte Aperte a Roseto Capo Spulico

    Accoglienza a Porte Aperte a Roseto Capo Spulico

    Martedì, 13 Marzo 2018 21:25

I Nostri Ultimi Scatti...


Fontana di San Vitale

San Vitale, monaco basiliano di Enna, non si fermò solo alla Pietra del Castello sul mare dove edificò un piccolo luogo di culto cristiano in sostituzione del Tempio pagano dedicato a Venere; si inoltrò sulla collina dove, aveva saputo, vivevano i rosetani dediti a violenze, bestemmie e ladroneggi.

Costruì sul luogo una cappella ed a fianco una fontana che si dice fosse di acqua salutifera per gli ammalati.

Domenico Martire ne parla a proposito in “Calabria Sacra e Profana” del 1806.

L’acqua di questa fontana al di là della credenza religiosa, ancora oggi dopo oltre mille anni sgorga con un filo di liquido che, come si vede dalla fotografia, dovrebbe esaurirsi durante i le grandi siccità dei mesi estivi.

Ebbene, mentre sorgenti con sostanziosa portata a luglio-agosto spesso rimangono a secco nel territorio di Roseto, quel filo d’acqua della Fontana di San Vitale continua a scorrere senza sosta.

Si narra che fino agli anni sessanta, quando i contadini non avevano dove abbeverare gli animali, buoi, asini, capre, li portavano alla fontana di San Vitale dove trovavano abbastanza acqua per dissetarsi…

e-max.it: your social media marketing partner

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da questo sito.